real indian maa chele sex video on anyxvideos.com bbc riding dasi village bhabi bath xxx coti golpo smackdown victoria ngentot indo xnxx-br.com 3gp www grannysexvido com

 

Canino Cinquecentesca

Allorché si parla della Canino turistica, si pensa subito alla cappella Bonaparte, alla pala Albertinelli, al chiostro francescano, alla torre farnesiana e a qualche altra cosa, ma sono pochi i ricercatori di interessanti particolari che fanno fede di un illustre passato artistico.

Sparsi un po’ dappertutto maestosi portali dai possenti bugnati, stemmi di nobili famiglie o di congreghe, spesso corredate dalla data costituiscono la parte più interessante per un attento visitatore. Spesso tali gioielli si trovano in vie anguste, nella parte più dimenticata e spesso più deturpata del paese.

Quanta arte nella fontana, attribuita al Vignola, quanta cura nel rappresentare gli stemmi di Canino e della famiglia Farnese prima e dopo l’annessione al Ducato di Castro.

Lungo il borgo Paolino oltre un palazzo che ha sul bugnato la data 1453, colpisce il palazzo Pala dai finestroni bugnati muniti di giglio dei Farnese.

In via Regina Margherita desta una certa meraviglia un portale del ‘500 av- valorato da due belle teste leonine mentre un altro bel portale ripete la data del 1525, l’anno di grazia della Canino artistica. Interessanti anche i riquadri in peperino delle finestre mensolate. Sempre nella stessa via si possono notare un caratteristico motivo a rombi sul bugnato di un portale dalla robusta chiave di volta decorata geometricamente. Il Sangallo si sbizzarrì nella creazione di questi portali ed in via Magenta presenta un interessante bugnato rigato. Si può considerare un gioiello per il rivestimento laterizio palazzo Caraceni munito di portale con un magnifico balcone con mensole decorate da tre monti.

Una pignatta sulla porta di Palazzo Pignatelli è l’ornamento della chiave della volta. Altri interessanti portali bugnati appaiono qua o là con una certa insistenza. Per il vicolo maestro il portale più lavorato si trova nel Palazzo Falzacappa con una decorazione fine a rosette rinascimentali e con un possente stemma di famiglia raffigurante un leone con tre gigli. Due stemmi, uno della famiglia Farnese ed uno della confraternita di S. Bernardino da Siena si possono ammirare nel palazzo Farnesiano.

In Piazza Vittorio Emanuele il palazzotto Miccinelli dall’interessante portico arcuato mostra la data della costruzione: 1475. Altra opera architettonica interessante è il Palazzo Valadier del 1860.

In Piazza della Rocca resta un magnifico portale cinquecentesco.

Share This