real indian maa chele sex video on anyxvideos.com bbc riding dasi village bhabi bath xxx coti golpo smackdown victoria ngentot indo xnxx-br.com 3gp www grannysexvido com

PARCO NATURALE REGIONALE BRACCIANO – MARTIGNANO


Il Parco nel territorio della Tuscia.


Il Parco rappresenta il tipico paesaggio vulcanico che si estende su gran parte della fascia collinare a nord della Capitale.

A cavallo delle province di Roma e Viterbo, comprende i due omonimi laghi ( lago di Bracciano e lago di Martignano ), la cui superficie complessiva di seimila ettari copre da sola circa il 40% del Parco, e la campagna adiacente.

I laghi occupano il fondo di una conca legata all’atti vità dell’antico vulcano sabatino, attivo tra 600.000 e 400.000 anni fa. Una depressione ancora più marcata di quel che oggi appare allo sguardo, se è vero che la pro fondità delle acque di Bracciano arriva fino a 165 metri al di sotto della superficie. Più piccolo e appartato quel lo di Martignano.

La cintura di colline che ne circonda le sponde arricchisce la varietà del Parco, mentre pascoli e coltivi disegnano una campagna ancora a misura d’uomo, in particolare in alcuni settori dell’area protetta, come alla tenuta di Vicarello.

Il Parco, compreso nell’ampio sistema vulcanico dei monti Sabatini, si sviluppa su resti di antichi vulcani, in parte alterati dagli agenti atmosferici o dall’azione dell’uomo oppure mascherati dal rigoglioso sviluppo della vegetazione, che trova qui suoli particolarmente fertili, grazie alla ricchezza in minerali dovuta proprio all’origine vulcanica della terra.

Nel paesaggio del Parco sono ancora oggi ben riconoscibili alcune tipiche morfologie vulcaniche come piccoli vulcani chiamati, coni di scorie, e piccoli crateri o parti di essi. Il nome coni di scorie, deriva dal tipo di prodotto emesso, la scoria, comunemente chiamata lapillo o bruciore. Il più noto e ben riconoscibile cono di scorie è monte Rocca Romana a 612 m s.l.m., altri sono monte Termine, monte Guerrano, monte Rinacceto, monte Raschio, monte Calvi.

Share This