NASCITA E SVILUPPO


Il Parco Naturale Regionale di Bracciano-Marti-gnano è stato istituito il 25 novembre 1999 con legge regionale n. 36, allo scopo di garantire e promuovere la conservazione e la valorizzazione del territorio e delle risorse naturali e culturali del vasto comprensorio dei Monti Sabatini.

L’area protetta si estende per 16.682 ettari su un territorio a cavallo tra le Province di Roma e Viterbo.

All’interno dei confini del Parco si trovano due importanti Monumenti Naturali: la “Caldara” di Manziana, caratterizzata dalla presenza di acque sulfuree e di boschetti di betulle; e la zona umida delle “Pantane” di Trevignano, preziosa area di rifugio per gli uccelli acquatici.

La presenza di questa zona umida di grande valenza naturalistica, nonchĂ© l’esistenza di ben 30 specie di volatili di interesse comunitario – legate sia ad ambienti acquatici che forestali – ha motivato la designazione dell’area a Zona di Protezione Speciale ( ZPS ) ai sensi della Direttiva Uccelli 79/409/CEE, il cui perimetro coincide quasi interamente con quello del Parco.

In applicazione della successiva Direttiva Habitat 92/43/CEE, nell’area protetta sono stati designati anche due Siti di Importanza Comunitaria ( SIC ) per la tutela e il ripristino degli ambienti forestali e lacustri.

Share This