DA VISITARE NEI DINTORNI


Tutta l’area in cui ricade la Riserva Naturale del Lamone presenta spunti e motivi di interesse che rappresentano elementi attrattivi sia per visite finalizzate sia per più generiche occasioni di conoscenza dell’intero contesto.

La valle del Fiora, innanzitutto, con i suoi paesaggi mozzafiato e la ricchezza del contenuto naturalistico e culturale rappresenta una meta irrinunciabile per chi sa apprezzare appieno il fascino di un territorio antico, dove con “antico” si indica nell’accezione positiva, il fascino della desolazione maremmana.

Dall’area archeologica di Vulci con il castello e il ponte dell’Abbadia, alla zona umida e le spettacolari formazioni laviche dell’Oasi Wwf di Vulci, alla zona dei romitori altomedievali presso Ponte S. Pietro nel comune di Ischia di Castro, ai suggestivi centri toscani di Pitigliano, Sovana con le necropoli etrusche e Sorano, ai conservati centri medievali di Farnese, Ischia di Castro, Latera fino al bellissimo piccolo bacino lacustre di Mezzano è tutto un susseguirsi di sorprese immerse in una natura e in un paesaggio la cui buona conservazione è purtroppo ormai cosa inconsueta in gran parte del territorio del Bel Paese.

In Farnese particolare pregio rivestono alcuni edifici monumentali, oltre al ben conservato centro storico con planimetria a spirale, tra cui la Rocca dei Farnese a cui si accede tramite la Porta Nuova dell’architetto Smeraldo Smeraldi ( 1613 ), il Palazzo Chigi-Ceccarini ( seconda metà del XVIII sec. ) sede del comune, la Chiesa Parrocchiale che conserva opere del pittore bolognese Antonio Maria Panico e di Orazio Gentileschi, la chiesa e il monastero delle Clarisse e, tra gli altri la bella chiesetta extramoenia di Sant’Anna con affreschi e stucchi del Panico e l’abbazia circestense di S. Maria di Sala oggetto di recupero e restauro architettonico.

Di recente realizzazione il bel complesso museale costituito dalla collezione archeologica del museo civico “F. Rittatore Vonviller” in Via Colle San Martino che conserva materiali provenienti dall’area farnesiana.

Qui si possono ammirare i più interessanti materiali archeologici rinvenuti nella Riserva Naturale della Selva del Lamone e nei dintorni.

Sono esposti, secondo un criterio cronologico, materiali provenienti dai numerosi siti archeologici dell’area.

Di interresse anche le altre istituzioni museali dell’area, come il museo della preistoria di Valentano, il museo archeologico di Ischia di Castro, il museo della terra di Latera, il museo del brigantaggio di Cellere, oltre al Museo Nazionale Archeologico del Castello dell’Abbadia a Vulci solo per citare i più importanti.

Share This