I SENTIERI

Sentiero archeologico-naturalistico “Caiolo”, percorso che consente di visitare le più belle ed interessanti tombe etrusche nella necropoli di San Giuliano. Difficoltà media, dislivello complessivo 200 metri. La lunghezza varia da 2 a 5 chilometri a seconda delle deviazioni percorse.

Sentiero “Bosco della Bandita-Via Clodia”. Una rilassante passeggiata alla scoperta della splendida cerreta d’alto fusto ricca di grandi alberi e di suggestioni. Tra la vegetazione i resti della via Clodia, antico tracciato romano che riaffiora sia nel bosco che nell’assolato prato pascolo del Quarto. Difficoltà media, lunghezza 4 chilometri, dislivello 100 metri.

Sentiero “Valloni”, un impegnativo percorso di grandissima suggestione lungo il corso del Biedano. Indicato agli escursionisti allenati consente di raggiungere il borgo di Blera da quello di Barbarano. Lungo il cammino si incontrano piccole dighe, cunicoli, mulini, grotte e cave il tutto avvolto da una lussureggiante vegetazione. Difficoltà media, lunghezza 5 chilometri, dislivello 150 metri. Consigliate calzature impermeabili.

Sentiero Caiolo-Greppo Cenale, un tracciato di media difficoltà che dall’area di sosta di Caiolo porta all’altura di Greppo Cenale, all’estremità panoramica, per poi scendere nella necropoli con tombe rupestri del V-IV e III secolo a.C. Vegetazione di pianoro e di vallone. Lunghezza 3 chilometri, dislivello 200 metri.

Sentiero “Fonte di Pisciarello-tomba Cima”. Il tracciato, di grande interesse, scende da Porta Romana rerso il fontanile di Pisciarello, raggiunge l’altura di Campecora, scende nuovamente nella forra attraversando un querceto misto per guadagnare infine il pianoro di Sarignano e da qui la necropoli del Cima. Al ritorno si può deviare per la cava di Sarignano, la forra del Biedano fino a tornare a Barbarano. Difficoltà medioalta, percorrenza da 3 a 5 chilometri.

Percorso equestre “Bosco della Bandita-Quarto” percorribile anche in mountain-bike e a piedi, segue per lunghi tratti la strada sterrata. Consente di conoscere il fìtto bosco di cerri e i pascoli regno di cavalli e vacche. Itinerario panoramico che si svolge per gran parte al sole. Difficoltà medio-alta, lunghezza 6 chilometri.

Percorso equestre “La Tignana-Fontanaccia”. Percorribile anche in mountain-bike e a piedi, segue la strada sterrata che attraversa l’area del Quarto. Il percorso, panoramico e soleggiato, presenta dei dislivelli. Difficoltà media, lunghezza 3 chilometri..

Gli appassionati di mountain-bike possono anche percorrere il tracciato ferroviario abbandonato Orte-Civitavecchia o le strade interne all’area di Quarto. Sono inoltre presenti diversi altri percorsi equestri.

Share This