NASCITA E SVILUPPO


La sede del parco è situata nella Villa Savorelli, bellissimo edificio storico edificato dalla famiglia Muti Papazzurri agli inizi del secolo XVIII, passato in eredità ai conti Savorelli e successivamente alla famiglia Staderini che, a causa del fallimento, mise in vendita l’area protetta comprendente tutti gli edifici storici ad eccezione del castello di Carlo Magno.

Nell’asta del 7 ottobre 1987 verrà acquistata dal comune di Sutri e con successiva Legge Regionale n. 38 del 24 Giugno 1998 viene istituita l’Area protetta regionale dell’Antichissima Città di Sutri.

Il Parco è gestito dal Comune di Sutri, attraverso i propri organi ( Consiglio Comunale, Giunta Comunale e Presidente del Parco – Sindaco e/o suo delegato, Responsabili ).

Il Comune “di Sutri, ha intrapreso opere di sistemazione degli immobili presenti nel parco (Centro servizi e Villa Savorelli) e realizzato un sentiero attrezzato, la segnaletica illustrativa e il sottopasso che dal parcheggio attraversa la SS Cassia.

Dal 2001 nell’area protetta è presente personale regionale del ruolo unico del sistema dei Parchi e delle Riserve naturali del Lazio. Attualmente è presente un funzionario tecnico e un guardaparco.

Share This