Resistenza in Serie e Parallelo

 

Sul mercato non esistono tutti i valori possibili di resistenze, ma bensì solo standard, ed è per questo che ci apprestiamo a spiegare come le resistenze si collegano in serie ed in parallelo, proprio per ottenere valori non esistenti in commercio, non solo per il loro valore ohmnico, ma anche per la potenza che riesce a sopportare, per meglio intenderci, per la corrente che riesce a far scorrere all’interno di essa senza danneggiarsi.

Nella combinazione serie di due o più resistenze, il valore della resistenza totale, o resistenza equivalente, è data dalla somma dei valori delle singole resistenze;

 

Rserie= R3+R4+…Rn

Nella combinazione in parallelo, la regola generale ci dice che la resistenza equivalente corrisponde al reciproco della somma dei reciproci dei valori delle singole resistenze. Vi sono dei casi particolari che aiutano a calcolare la resistenza equivalente senza calcoli complicati. Nel caso di due resistenze in parallelo di uguale valore, per esempio, la resistenza equivalente è esattamente la metà del valore di una singola resistenza. Un’altro metodo per calcolare la resistenza equivalente di due resistenze in parallelo è dato dal dividere il prodotto dei due valori per la loro somma.

Rtot=(R1xR2) / (R1+R2) Formula da applicare nel caso in cui nel nostro circuito ci fossero due resistenze in parallelo.

 


Rparallelo
= 1:R1 + 1:R2 +… 1:Rn; Formula da applicare nel caso in cui nel nostro circuito ci fossero più resistenze in parallelo.

Nota1: nelle resistenze in parallelo, la resistenza totale risulterà sempre minore della resistenza più piccola; se i due valori coincidono il valore si dimezzerà; se nel nostro esempio, i valori R1 ed R2 sarebbero di 1Kohm, il valore finale sarebbe di 500ohm.

Nota2: è bene sapere che in una serie, la corrente che attraversa la resistenze è sempre la stessa, mentre in quelle in parallelo la corrente scorre in modo differente, o meglio, in questo caso il flusso maggiore di corrente avverrà sempre sulla resistenza di minore valore ohmnico. Per capire meglio, nel caso dell’esempio in serie, la resistenza totale assumerà il valore di 2Kohm, mentre la potenza di essa resterà sempre da 1/4 Watt; nel caso invece del parallelo, la resistenza totale assumerà il valore di 500ohm, mentre la potenza che riuscirà a sopportare raddiopperà da 1/4Watt a 1/2Watt

dal sito Elettronica per cominciare, di Raffaele Ilardo

Share This