Capodimonte – Commercianti indignati per i troppi venditori Abusivi – Allarme in vista dell’Estate




Capodimonte

Commercianti indignati per i troppi venditori Abusivi

Capodimonte – E’ una lamentela generale, quella dei commercianti di Capodimonte i quali, da tempo, denunciano il fatto che il lungolago è invaso da molti extracomunitari senza alcuna licenza di vendita. Questi ultimi, occupando il suolo pubblico della passeggiata, vendono dei prodotti a basso costo, invadendo un settore già di per se’ in crisi. Una situazione non più tollerabile – segnalano i commercianti – e che sta portando all’esasperazione i proprietari di negozi, che puntano sulla stagione estiva in arrivo, in un periodo di crisi che ha investito la categoria che allo stato attuale si sente penalizzata ed anche defraudata dagli abusivi che la stanno facendo da padroni. “Paghiamo regolarmente le tasse – affermano alcuni titolari di negozi di Capodimonte – i prodotti che acquistiamo e siamo spesso soggetti a controlli da parte delle autorità preposte; invece chi controlla gli extracomunitari che, con dei banchetti e senza licenza alcuna spesso con merci non del tutto originali o taroccate, riescono a guadagnare di certo più di noi che siamo soggetti ai regolari e periodici versamenti e denunce dei redditi? E’ una situazione che va rivista e corretta – affermano ancora gli interessati – specie in vista del periodo estivo, quando c’è più affluenza turistica.

Non possiamo tollerare una situazione che sfugge al controllo, in un fenomeno in crescendo a danno anche degli ambulanti regolari, che pagano suolo pubblico e licenze e stazionano la domenica sul mercatino del lungolago”. Ogni anno il fenomeno degli extracomunitari-ambulanti abusivi suscita i problemi, in un paese come Capodimonte che vive di turismo. I commercianti sono esasperati visto che, come spesso capita, su molte bancarelle degli extracomunitari abusivi si trova merce taroccata a prezzi stracciati spesso simile a quella, di marca, esposta nelle vetrine. “Il bicchiere è oramai colmo – concludono i commercianti – bisogna mettere dei paletti fermi ad una situazione di abusivismo dilagante nella nostra realtà cittadina”.


Danilo Piovani

Share This