Lettera aperta di un cittadino…

«La Tuscia è piena di splendidi paesini, molti di questi sono curati e valorizzati.
Non si può dire lo stesso però di altri, come Capodimonte che, nonostante abbia uno splendido lungolago e una storia, pare un po’ abbandonato a se stesso tra l’incuria generale.

Anzichè valorizzare percorsi naturalistici, aprire piste ciclabili e incentivare la cultura, il turismo e le attività commerciali non si fa nulla, neanche mettere i secchi per la differenziata nelle aree del passeggio.

Continua la lettura di “Capodimonte, “anzichè valorizzare percorsi naturalistici, aprire piste ciclabili e incentivare la cultura, … neanche mettere i secchi per la differenziata”” su “OnTuscia Quotidiano Viterbo e provincia”

Share This