I Carabinieri della Stazione di Capodimonte insieme ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Viterbo, nell’ambito delle attività di controllo tese a riscontrare l’effettiva sussistenza dei previsti requisiti personali, reddituali e patrimoniali che consentono la percezione del reddito di cittadinanza, hanno analizzato alcune posizioni ritenute dubbie ed individuato una donna residente nel piccolo paese lacuale che, al fine di ottenere il sostegno economico, aveva fornito all’INPS false dichiarazioni.

Complessivamente € 7.700,00 il denaro illecitamente incassato a danno delle casse dello Stato.

Continua la lettura di “7.700 euro incassati illecitamente come reddito di cittadinanza da una donna di Capodimonte, fermata dai Carabinieri” su “OnTuscia Quotidiano Viterbo e provincia”

Share This