Testo Narrativo tradotto in Dialetto Viterbese   G. Boccaccio, Decameron, Novella 1.9 ( Il re di Cipri, da una donna di Guascogna trafitto, da cattivo, valoroso diviene ) Dónqua, dice chi mmal tèmp’antiche quann’a Ccipro c’èra l primo ré, dóppo chi Ggufrèdo di...

leggi tutto